Liu Bolin, Colosseo nº 2, Roma, 2017; courtesy: Boxart, Verona

(2 marzo – 1 luglio 2018)

Per la prima volta in Italia una mostra antologica dedicata all’artista cinese Liu Bolin (1973), noto con l’appellativo di “uomo invisibile” per le sue performance caratterizzate da effetti mimetici molto suggestivi. Oltre 70 opere che ripercorrono dal 2005 la carriera dell’artista, da quando si fece fotografare mimetizzato tra le macerie del suo studio nel quartiere suojia village di Pechino, una protesta silenziona contro l’abbattimento deciso dall’amministrazione cittadina. Le sue performance sono state realizzate tra i monumenti, le librerie, opere d’arte ma anche supermercati, rifiuti, immigrati di tutto il mondo. La mostra si conclude con i suoi ultimi lavori tra cui quelle che hanno come location la magnifica Reggia di Caserta e il Colosseo appositamente realizzati per questa occasione. L’evento è stato patrocinato dalla Regione Lazio, da Roma Capitale e dalla Fondazione Italia Cina, e prodotta e organizzata da Arthemisia in collaborazione con la Galleria Boxart.

Link ufficiali:

Complesso del Vittoriano – Roma

Arthemisia

Galleria Boxart – Verona

Share